Zucca a luglio e fragole a dicembre: dov’è finita la stagionalità?

Zucca a luglio e fragole a dicembre: dov’è finita la stagionalità?

Entrando in un supermercato in qualsiasi momento dell’anno ci sembrerebbe strano non trovare dei pomodori, anche a gennaio! Tale fenomeno è ormai radicato nella realtà di ognuno di noi fino al punto di perdere la percezione di ciò che è o non è un prodotto “di stagione, cioè un prodotto la cui disponibilità è dettata dalle condizioni climatiche di un certo periodo dell’anno, e dal luogo in cui ci troviamo.

Non ricordiamo quasi più quale sia il momento in cui la natura ci regala un raccolto di mele, o di asparagi per esempio, con conseguenti scelte spesso sbagliate che si ripercuotono sulla qualità nutrizionale degli alimenti che assumiamo e sulla salute del nostro pianeta.

Infatti, dal punto di vista nutrizionale ogni frutto e/o ortaggio non di stagione contiene solitamente minori quantità di vitamine e Sali minerali: le serre non rispettano i tempi e gli spazi del ciclo di vita naturale, poiché la luce artificiale non equivale al calore del sole oppure perché i vegetali vengono raccolti prima di terminare il proprio sviluppo. A risentirne è anche il colore, gli aromi, la consistenza e dunque il sapore.

Inoltre, richiedendo energia per generare riscaldamento e luce, le serre generano un costo in termini di risorse naturali.

È opportuno quindi acquistare frutta e verdura proveniente da un altro stato/continente, se ne viene rispettata la stagionalità del territorio di provenienza?

La risposta porta ad una scelta più o meno ecosostenibile. Il trasporto di generi alimentari ha inevitabilmente un elevato impatto ambientale: quanto più un alimento viaggia, tanta più energia e combustibili fossili avrà consumato, emettendo una certa quantità di gas serra.

Pertanto, anche se può capitare di acquistare frutta e verdura non di stagione, è auspicabile cercare di non rendere questo comportamento una prassi e ricordare che ogni prodotto della terra ha una sua stagionalità.

Contenuti a cura di Madegus

I. Akhatou and Á. F. Recamales. Influence of cultivar and culture system on nutritional and organoleptic quality of strawberry. J Sci Food Agric 2014; 94: 866–875

D. NEocleous and G. Nikolau. Antioxidant Seasonal Changes in Soilless Greenhouse Sweet Peppers. Agronomy 2019, 9, 730; doi:10.3390/agronomy9110730

U.A. Birnin-Yauri, Y. Yahaya, B. U. Bagudo and S.S. Noma. Seasonal variation in nutrient content of some selected vegetables from Wamakko, Sokoto State, Nigeria. Journal of Soil Science and Environmental Management Vol. 2(4), pp. 117-125, April 2011.

E. Asensio, I. Sanvicente, C. Mallor, S. Menal.Puey. Spanish traditional tomato. Effects of genotype, location and agronomic conditions on the nutritional quality and evaluation of consumer preferences. Food Chemistry 270 (2019) 452–458.