TRAIETTORIE REWIND – La musica di oggi nelle edizioni di ieri / Klangforum Wien

TRAIETTORIE REWIND – La musica di oggi nelle edizioni di ieri / Klangforum Wien

KLANGFORUM WIENlinea dell’orizzonte (2012) di Beat Furrer

L’edizione 2017 della rassegna di musica moderna e contemporanea Traiettorie si aprì il 20 settembre 2017, con un concerto del prestigioso ensemble Klangforum Wien, diretto dal violinista e direttore olandese Bas Wiegers. E non poteva essere che l’ineguagliabile contenitore del Teatro Farnese ad accogliere quella serata che tra i vari brani ha visto l’esecuzione di «linea dell’orizzonte» (2012) di Beat Furrer, fondatore di Klangforum.

In questa composizione per ensemble, Furrer osserva i processi che si formano quando più segmenti musicali simultanei producono sequenze febbricitanti e cangianti che impediscono di percepire qualsiasi connessione con ciò che le ha precedute: di fronte a un fatto puramente acustico, privato di riferimenti storici, toccherà all’ascoltatore ricostruire ogni volta un senso.

Teatro Farnese, 20 settembre 2017

KLANGFORUM WIEN – biografia

Ventiquattro musicisti provenienti da dieci paesi diversi (tra Australia ed Europa) incarnano una concezione artistica e una convinzione personale che restituisce alla loro arte ciò che nel corso del XX secolo essa aveva progressivamente perso: uno spazio nel proprio tempo, nel presente e nel cuore della comunità per la quale quest’arte è stata composta e dalla quale vuole essere ascoltata. Dal suo primo concerto al Palais Liechtenstein sotto la direzione musicale del fondatore, Beat Furrer, quando l’ensemble portava ancora il nome di Société de l’Art Acoustique, il Klangforum Wien si è reso protagonista della storia della musica: circa cinquecento prime assolute di pezzi, firmati da compositori provenienti da tre diversi continenti, hanno dato alla formazione la possibilità di tradurre le proprie partiture in suono.

Uno sguardo al passato rivela una discografia di oltre settanta CD, una carrellata di premi e riconoscimenti e ben duemila esibizioni nelle più prestigiose case concertistiche e teatri dell’opera di Europa, America e Giappone, oltre a partecipazioni ai maggiori festival mondiali e a impegnate iniziative d’epoca più recente.

Nel corso degli anni sono nati solidi rapporti musicali con compositori, direttori d’orchestra, solisti, registi e organizzatori che hanno contribuito a plasmare il profilo del Klangforum Wien almeno nella stessa misura in cui quest’ultimo li ha aiutati a dar forma ed espressione al proprio lavoro.

Negli ultimi anni i musicisti hanno visto crescere anche il proprio impegno didattico, sia come formazione sia individualmente, curando la trasmissione delle forme espressive e delle tecniche esecutive a una nuova generazione di strumentisti e compositori. Con il conferimento di un incarico d’insegnamento presso l’Università artistica di Graz nel 2009 il Klangforum Wien può inoltre vantare nel suo complesso il titolo di “professore”. Ma tutto ciò non sarebbe che pura esteriorità se non fosse il risultato della volontà di un collettivo di artisti, ribadita e ridefinita continuamente nel corso degli incontri mensili, di esprimere attraverso la propria musica un atteggiamento etico e la coscienza della propria responsabilità nei confronti del presente e del futuro. E così come l’arte in sé, anche il Klangforum Wien altro non è che un condensato di professionalità da cui trapela una messinscena per migliorare il mondo. Ogni volta che salgono sul palcoscenico i musicisti del gruppo sanno che in gioco c’è una cosa sola: tutto. L’erotismo e l’assolutezza di questa consapevolezza sono ciò che distingue i concerti del Klangforum Wien.

Sylvain Cambreling, Friedrich Cerha e Beat Furrer sono i tre formidabili musicisti che nei 25 anni di storia del Klangforum Wien hanno ottenuto, per volontà unanime dei componenti, il titolo di membri onorari dell’ensemble. Con l’inizio della stagione 2018/19 Bas Wiegers è subentrato a Sylvain Cambreling come primo direttore ospite che rimane legato all’ensemble come primo direttore ospite emerito.

Il Klangforum Wien è gentilmente supportato da ERSTE BANK e Austrian Foreign Ministry.