Teatro di comunità: debutta «Il Paradiso è un inciampo», una drammaturgia collettiva a cura di Anellodebole

Teatro di comunità: debutta «Il Paradiso è un inciampo», una drammaturgia collettiva a cura di Anellodebole

Il 26 e il 28 agosto a S. Ilario Baganza (Felino)

 

Venerdì 26 agosto alle ore 21:00, presso la corte di S. Ilario Baganza, debutterà Il paradiso è un inciampo, un primo studio originato da un percorso a cura di Anellodebole con il Centro Giovani di Parma e quello di Felino. Questa drammaturgia collettiva sarà ospitata all’interno della Festa di Teatro di Comunità I Giorni dell’Alambicco e verrà replicata domenica 28 agosto alle ore 21:30.

Il paradiso è un inciampo

Prima raccolta di inciampi a cura della compagnia teatrale Anellodebole

Con Filippo Arganini, Elia Bonzani, Laura Casali, Irene Grossi, Claudia Setaro Russo

E con la partecipazione di Bianca Bonati, Jacopo Pecchini, Giulio Robuschi, Giorgia Scialpi, Rama Sow, Sofia Tessoni, Maria Tonna

Drammaturgia collettiva 

Regia di Vincenzo Picone 

Luci di Davide Giangaspare 

In collaborazione con Centro Giovani Montanara (PR) e Spazio Civico Centro Giovani Felino 

Il Paradiso è un inciampo nasce da un progetto laboratoriale proposto dalla compagnia Anellodebole a numerosi adolescenti del territorio parmense. A guida degli incontri, realizzati tra novembre e maggio, il tema della relazione storica e meta-storica della giovinezza con il sistema sociale di riferimento, a partire dalle intuizioni di W. Benjamin, P. Goodman e P. P. Pasolini, tre grandi pensatori del Novecento che hanno visto nel paradigma della gioventù una cartina tornasole dei sistemi politici e valoriali delle nostre società. Parallelamente si è riflettuto sul concetto junghiano di ‘ombra’, ovvero quella parte che abita dentro ognuno di noi, spesso inesplorata perché legata agli aspetti istintivi della personalità che tendiamo a rifiutare. Negare la propria ombra significa ignorare una parte importante del sé e rischiare che si trasformi in quei demoni tanto cari all’immaginario di H. Miyazaki. Se l’adolescenza è spesso considerata come la parte ombra del sistema sociale, un fiume da incanalare al più presto con schemi rigidi, gli incontri hanno voluto far luce su come i giovani siano invece ‘portatori sani’ di quel lato oscuro, a loro più accessibile perché meno abituati a un pensiero puramente razionale e orizzontale.

La fase di ricerca su queste tematiche — attraverso giochi di ruolo, esercizi di improvvisazione e scrittura — ha poi condotto alla realizzazione di un primo studio, che rielabora i materiali raccolti e li inserisce all’interno di una narrazione. La storia è tra le più antiche, cinque fratelli hanno ereditato una casa dal padre ma non sanno cosa farne. Mentre pensano, discutono e litigano su come spartirla o restaurarla, alle loro spalle un coro di anime antiche, ma anagraficamente giovani, suggerisce un nuovo modo di stare nelle cose e di stare al mondo: “Essere NEL Mondo e non DEL Mondo”.

Cosa accade se le strutture, le impalcature sociali (e mentali) dentro cui viviamo non corrispondono più al sentire comune? Che cosa ne facciamo di tutta una narrazione millenaria di conflitti generazionali? È possibile andare oltre la polarizzazione tra il Bene e il Male?

Il Paradiso è un inciampo non è uno studio sull’adolescenza, ma su una giovanissima rivoluzione in atto. E in questa rivoluzione ci si inciampa.

Protagonisti, oltre agli attori della compagnia, sono sette adolescenti, volontari tra quelli che hanno partecipato alla fase progettuale, e il pubblico considerato anch’esso come parte integrante della drammaturgia.

Tutti gli eventi saranno a ingresso libero con prenotazione a info.anellodebole@gmail.com.

Il programma dettagliato e tutte le informazioni sono consultabili sul sito www.anellodebole.com e https://linktr.ee/Anellodebole

Informazioni e contatti:

Ufficio Stampa – Ass. Anellodebole

Bianca Battilocchi

Cell. +39 380 243 0096

anellodebole.comunicazione@gmail.com

Ufficio Comunicazione – Ass. Anellodebole Aps 

Grazia Papadia

Cell. +39 342 3293494