#ROMANTICSTRUGGLE 5

#ROMANTICSTRUGGLE 5

Father John Misty – I Love You, Honeybear

Così il nostro Josh Tillman (ex batterista in quel perfetto esempio di scrittura sopraffina che risponde al nome di Fleet Foxes) ha deciso di farsi chiamare. Siamo nel 2015 e questo capolavoro è il secondo episodio targato FJM.

Ironia, una fotografia dissacrante e allegorica del “Made in USA”, sarcasmo, l’amore incondizionato. Un uomo “solo al comando” con la sua inarrivabile capacità di “fotografare” il presente che lo circonda, il suo inconfondibile timbro per dare corpo ai testi.

Canzoni già da ora “classic rock”: Holy Shit, Chateau Lobby #4 (in C for Two Virgins), Bored in the USA. Alle spalle del paroliere del Maryland il fido Jonathan Wilson, che ha curato gli strepitosi arrangiamenti.

Mai come oggi: There’s no need to fear me, Darling, I love you as you are when you’re alone, I’ll never try to change you.

Ecco l’amore.

A cura dell’Associazione Culturale “MYTH”, ideatori ed organizzatori del festival indie/rock “Rock the Baita”, qualche suggerimento musicale, qualche disco meritevole di essere (ri)ascoltato. Piccoli episodi melodici e non solo.