Oltre le distanze, oltre le barriere, FAI RADIO!

Oltre le distanze, oltre le barriere, FAI RADIO!

“Da Piacenza a Rimini c’è una rete di webradio di ragazze e ragazzi che aspetta la tua voce.
Fai radio!”.

Questo è l’invito per loro, le ragazze e i ragazzi che vivono, studiano o lavorano in Emilia-Romagna, ed è quello che la Regione Emilia Romagna ha lanciato attraverso la nuova campagna di informazione e comunicazione che, dal 27 marzo, è online sulle principali testate di informazione locale e sui social.

Ma informazione su cosa?! Qui si parla di radio, e la Regione vuole far sapere ai ragazzi che esistono luoghi in Emilia Romagna, da Piacenza a Rimini, dove la radio è aperta a tutti loro.

In Emilia-Romagna, negli anni e anche grazie al contributo dell’Assessorato alle Politiche Giovanili, si è infatti creata una fitta rete di esperienze di webradio di ragazze e ragazzi, molto diverse tra loro, e diffuse su tutto il territorio regionale. Una ricchezza che ha trovato uno spazio di confronto e di elaborazione di proposte e progetti all’interno del tavolo regionale composto da tutte queste realtà e coordinato dalla Regione e uno spazio, virtuale, di condivisione di iniziative e attività, all’interno del portale delle Politiche Giovanili Giovazoom.

Fare radio è un modo per condividere il proprio punto di vista e trasmettere pensieri e riflessioni; permette alle giovani generazioni di sperimentare talenti, coltivare passioni e acquisire competenze utili anche per il mondo del lavoro. Ma è anche e soprattutto, per tante ragazze e ragazzi, uno strumento per restare o entrare in contatto, oltre le distanze e le barriere, anche quelle imposte dalle normative per il contenimento del coronavirus, con loro coetanei.

Quindi come si può fare radio in Emilia-Romagna? Semplice: basta andare nella sezione Giovani in Onda dentro Giovazoom, ascoltare e trovare la webradio più vicina, non solo geograficamente, e contattarla! Oppure si può scrivere una mail a webradioer@gmail.com chiedendo informazioni o, magari, segnalando una webradio interessata ad entrare a far parte del tavolo regionale.

Spoiler

…a Parma ci sono Radiofficina e RadiorEvolution! 😉