L’ISTRUTTORIA DI PETER WEISS, ALTISSIMO ESEMPIO DI TEATRO CIVILE E SPETTACOLO CULT

L’ISTRUTTORIA DI PETER WEISS, ALTISSIMO ESEMPIO DI TEATRO CIVILE E SPETTACOLO CULT

L’ISTRUTTORIA

di Peter Weiss

Regia teatrale e televisiva di Gigi Dall’Aglio | traduzione di Giorgio Zampa | interpreti Roberto Abbati, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Gigi Dall’Aglio, Giancarlo Ilari, Pino L’Abbadessa, Milena Metitieri, Tania Rocchetta | pianoforte Stefano Medioli | musiche composte ed eseguite da Alessandro Nidi | costumi Nica Magnani | luci Claudio Coloretti | per la ripresa televisiva: direttore della fotografia Raffaello Imparato | montaggio Claudio Cavallini, Marco Denna | direttore di produzione Corrado Casarini | produttore Rai Pietro Ruspoli | regia televisiva Gigi Dall’Aglio (1997) | produzione Fondazione Teatro Due

L’Istruttoria di Peter Weiss è stato messo in scena a Teatro Due per la prima volta nel 1984 con la regia di Gigi Dall’Aglio.

Da quasi quarant’anni questo straordinario oratorio viene rappresentato al Teatro Due. Le repliche del 2020 sono terminate proprio il giorno della chiusura legata all’emergenza sanitaria causata dal Covid 19; ogni anno il rito del Teatro si compie e gli attori accompagnano le diverse generazioni nell’Inferno di Auschwitz, in un viaggio-tragedia della Storia contemporanea in cui non può compiersi nessuna catarsi.

L’Istruttoria è un pezzo importante della storia del Teatro Italiano e un unicum: è il solo spettacolo in Europa replicato ininterrottamente dal 1984; ha superato le 1100 repliche ed è stato visto da più di 170.000 persone. Un allestimento che non invecchia e che ha conosciuto importanti tournée in Italia e all’estero con episodi memorabili quali la messa in scena all’Habimah National Theatre di Tel Aviv in Israele, dove il testo non era mai stato rappresentato.

L’Ensemble Stabile Attori di Fondazione Teatro Due è stato insignito dell’Attestato di Civica Benemerenza del Comune di Parma nel gennaio 2013 in occasione del Premio Sant’Ilario.

La versione proposta (dal 25 aprile  al 1 maggio 2020) sarà quella televisiva, diretta dallo stesso Gigi Dall’Aglio e realizzata nel 1997, in scena Roberto Abbati, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Gigi Dall’Aglio, Pino L’Abbadessa, Giancarlo Ilari, Milena Metitieri, Tania Rocchetta e Stefano Medioli al pianoforte ad eseguire le musiche originali composte da Alessandro Nidi.

L’Istruttoria è un fortissimo e necessario esempio di teatro civile che caratterizza da quasi quarant’anni la fisionomia di Fondazione Teatro Due. Fino a quando si renderà necessario un impegno etico, artistico e culturale nel testimoniare e tramandare quel che è stato, Fondazione Teatro Due ritiene doveroso poterlo esercitare.

Paola Donati

Capolavoro del teatro documentario europeo e atto di denuncia contro i criminali nazisti, L’Istruttoria venne scritto da Peter Weiss dopo aver assistito allo storico processo che si svolse a Francoforte dal 1963 al 1965 contro un gruppo di SS e di funzionari del lager di Auschwitz. Le 183 giornate del processo in cui vennero ascoltati 409 testimoni, 248 dei quali scelti tra i 1500 sopravvissuti, rappresentarono il primo tentativo da parte della Repubblica Federale Tedesca di far fronte alla questione delle responsabilità individuali, imputabili ad esecutori di ogni grado attivi nei recinti del lager.

Lo scopo della regia teatrale era di far sì che il pubblico si allontanasse dalla più consueta percezione visiva dello spettacolo e recuperasse piuttosto una dimensione rituale che in generale consente al teatro di realizzarsi nel suo specifico ed, in particolare nel caso dell’ Istruttoria, di sviluppare al massimo il senso tragico del contenuto.Per la versione televisiva ho creduto opportuno far rivivere al pubblico davanti allo schermo sia la materia nella sua cruda ed impietosa oggettività, sia immergerlo nella dimensione rituale del tragico, facendolo partecipe di un atto che si consuma dal vivo. Si sono utilizzate, per esempio, riprese soggettive dell’attore che, dichiarando così la sua partecipazione concreta all’evento, trasforma in “controcampo” tutte le riprese rivolte verso la scena e le trasforma in autentiche soggettive del pubblico teatrale con cui lo spettatore televisivo è invitato ad identificarsi.

Il regista Gigi Dall’Aglio

www.teatrodue.org

Facebook: Fondazione Teatro Due

YouTube: Teatro Due

Instagram: @teatrodueparma