La Vida es Sueño di Lenz Fondazione alla Pilotta

La Vida es Sueño di Lenz Fondazione alla Pilotta

È la seconda parte del progetto triennale Il Passato Imminente, dedicato a Calderón de la Barca e realizzato negli spazi monumentali del Complesso della Pilotta: iniziato nel giugno 2018 con l’auto sacramental Il Grande Teatro del Mondo e proseguito nel 2019 con La Vida es Sueño, il progetto si concluderà con l’allestimento del dramma teologico-filosofico La Vita è Sogno, con il quale Lenz Fondazione ha contribuito all’ottenimento del titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020.

L’installazione è costituita da quattordici letti ospedalieri di metallo, reclinabili, posti uno di fianco all’altro lungo la Galleria, in nitido rispecchiamento con i gruppi scultorei e le grandi tele di fine Seicento raffiguranti Compianti, Deposizioni e Annunciazioni e in stretto dialogo materico con l’imponente cielo-traliccio in tubi innocenti creato dall’architetto Guido Canali negli anni Settanta, all’epoca della ristrutturazione della Pilotta. Sulle tre pareti espositive vuote che corrono lungo i trentacinque metri della Galleria Nord si imprimono le imagoturgie nelle quali la figura di Giobbe, dal dipinto di Antonio de Pereda presente in una sala adiacente, si sovrappone a quelle di alcuni performer dell’auto sacramental. Sono figure che, trasfigurandosi l’una nell’altra, possono comporre un nuovo dipinto, tra realtà e sogno, che comprenda entrate e uscite tra le due porte della vita. Un dipinto tra i dipinti che però avrà vita breve, solo il tempo provvisorio di una rappresentazione.

Maria Federica Maestri

LA VIDA ES SUEÑO

Testo e imagoturgia Francesco Pititto
Installazione, costumi e regia Maria Federica Maestri
Musica Claudio Rocchetti
Performer Sandra Soncini, Frank Berzieri, Paolo Maccini (Ensemble Lenz Fondazione); Matteo Castellazzi, Lorenzo Davini, Martina Gismondi, Agata Pelosi, Margherita Picchi, Giada Vaccaro (Associazione Ars Canto) e Giuseppina Cattani, Maria Giardino, Elena Nunziata, Mirella Pongolini, Cesare Quintavalla, Valeria Spocci.
Produzione Lenz Fondazione