GLI ARTISTI DI #METTERINSEMA _ PARTE 3 _

GLI ARTISTI DI #METTERINSEMA _ PARTE 3 _

Terzo appuntamento con gli artisti che hanno preso parte all’iniziativa #METTERINSEMA, raccolta fondi ideata da artisti di Parma  per raccogliere fondi da donare agli ospedali e alle organizzazioni di Parma e Provincia in prima linea nella lotta contro il covid19.

Per ogni artista una breve presentazione, accompagnata da una delle opere messe all’asta e link per maggiori informazioni.

Appuntamento con il quarto e ultimo articolo, sempre su Parma Ritrovata.

BLU XM

Le ispirazioni vengono dagli scritti del maestro Burne Hogarth e dalle forme geometriche che compongono l’essenza stessa del disegno figurativo, questi concetti fluiscono tra le idee dell’autore dando vita alla necessità di voler trovare un connubio tra rappresentazione figurativa ed emozionalità pittorica.

​Nella sua estetica forme e materia diventano un immagine codificata dal nostro cervello; tramite un processo di riduzione della figura nei suoi elementi geometrici primari, in grado di fare leva sulla capacità innata dell’uomo di riconoscere forme familiari nelle strutture che lo circondano.

​Le forme ed i colori vengono fuse in insiemi apparentemente bidimensionali capaci di ricreare l’illusione di un corpo solido e tridimensionale che andando verso lo spettatore lo chiama ad interpretare la figura in modo attivo lasciandosi trasportare dalle sensazioni. L’opera diventa così in grado di creare un ponte comunicativo tra essa e lo spettatore che si vedrà inconsciamente costretto a sollecitare ricordi ed emozioni necessari per il completamento di quest’ultima.

CAPS

Caps, ha sempre avuto la passione del disegno ma sono ormai circa 3 anni che mi sta dedicando veramente al suo percorso artistico. E’ autodidatta e ciò che vorrebbe fare è poter vivere grazie ai suoi disegni, murales e tatuaggi e vorrebbe poter trasmettere quello che prova a tutti coloro che guardano un suo pezzo. Quest’ ultima cosa vorrebbe soprattutto metterla in atto attraverso i graffiti, sperando di togliere quell’accezione negativa che hanno, cercando di dare un po’ di colore alle nostre città che a suo parere sono troppo spente e grige.

EMILIA CHIARA PETRI

“Sono nata e vivo a Bologna. Dipingo. Quasi sempre volti che non mi rassicurano ma che di certo non mostrano mai indifferenza. Quasi sempre per un bisogno di comprensione e condivisione che cerco di razionalizzare e che di razionale ha ben poco, ma mi piace pensare di poterlo determinare in forme che conosco, smussare, definire e ancora e ancora indagare. Perché ancora mi mangio le parole, le associo e le bisbiglio senza alcuna efficacia; e il ritratto è invece un linguaggio che non ha bisogno di dimostrarsi logicamente corretto per essere vero. Dipingo perché sono cresciuta circondata da silenziose e intense espressioni di un amore intimo e profondo per la pittura e l’arte. Dipingo perché osservare è un’occupazione illuminante, ma io percepisco molto meglio quando non metto a fuoco e lascio che il mio occhio dimentichi di dover guardare; per poi esprimersi in quella concretezza che mi illude ancora una volta di costruire una possibilità di senso”.

EMMA PELIZZA

“Emma è un’Emma, vive da Emma in un corpo da Emma e in un mondo che cerca di capire. Attualmente e ultimamente non ha idea di cosa fare, se non essere Emma”.

FILIPPO MEDIOLI

Filippo Medioli, nato il 7/1/1994 a Milano. Da sempre scarabocchia sopra ogni cosa mostri e creature partorite dalla sua fantasia, cercando di evadere da questa noiosa realtà. Dal 2013 si trasferisce a Parma e diventa medico 6 anni più tardi, non abbandonando mai la passione dell’illustrazione e del sognare ad occhi aperti.

FRAN KUBELIK

Fran Kubelik , nata a Carpi nel 1989, adottata da Parma dal 2015.

Appassionata di medicina, simboli, cinema, esseri umani.

LUCA FOSSA

Nato a Parma il 20 giugno 1995, frequenta il lliceo artistico P.Toschi e si diploma in Audiovisivi e Multimediale, dopo tre anni, frequenta CFP Bauer di Milano al biennio di fotografia con una mostra finale della scuola alla “Fondazione Stelline” di Corso Magenta.

Nell’Aprile del 2018 assieme a Filippo Toscani realizza un opera per la mostra “Abecedario d’artista” curata da Alessandro Canu nella chiesa/galleria di San Ludovico assieme ad altri illustratori e artisti di Parma. Ad Ottobre 2019 si sposta a Berlino nello studio di Tesserae/Oginoknauss, uno studio che lavora prevalentemente con urbanistica, architettura e attivismo politico, affrontando il tema della gentrificazione sulla città di Berlino, realizzando un video con le immagini d’archivio del museo FHXB del quartiere di Friedrichshain/Kreuzberg, uno dei quartieri maggiormente coinvolto sul tema di gentrificazione e speculazione.

LUCA SONCINI

Cresciuto a Parma tra il Montanara e i corridoi del Toschi, il disegno è sempre stato la costante della sua vita e delle sue sperimentazioni, alternando lavori di pittura, illustrazione e grafica pubblicitaria. Ama decodificare il mondo della comunicazione visiva. È affascinato dal nonsense e dallo zapping televisivo.

MARCO GOI

Marco Goi classe 1991, si diploma in Graphic Design e multimedia alla “LABA Libera Accademia di Belle Arti” di Brescia. Da quel momento inizia diversi percorsi di ricerca che spaziano dalla pittura alla materia, fino ad arrivare a forme d’arte digitali.

I suoi progetti sono il prodotto di idee creative semplici, giocando con le associazioni visive riesce a creare soluzioni di linguaggio universale. Attualmente vive a Casalmaggiore dove lavora come grafico, UI/UX Designer e regista.

MARCO PAPAGNI

Pittore e scultore autodidatta pugliese.

La sua esperienza artista inizia come pittore e successivamente approda in maniera definitiva dal 2006 alla scultura.

Scultura che trae spunto dal mondo classico  ma che viene reinterpretata con l’uso di nuovi materiali e colori secondo una visione più moderna.

Attualmente, vive e lavora a Parma .

MARIANNA SALERNO

Marianna Salerno è nata a Foggia nel gennaio 1982. Ha conseguito il diploma di maturità tecnica e, a pieni voti, la Laurea in Pittura all’Accademia delle Belle Arti di Foggia. Dal 2007 vive a Parma dove lavora come insegnante di Arte presso la scuola secondaria di primo grado. Nel 2019 ha illustrato il libro per bambini “Pizza Story”, scritto da Giorgio Montanari e pubblicato dalla Bertoni Editore (con prefazione di Casa Surace). Dal 2020 gestisce l’atelier d’arte Nayrams_Mariann_Art a Parma, in via Martiri di Cassio 4.

MART

“Al secolo conosciuto come Martino, nasco a Fidenza. Ho frequentato il Liceo Artistico Paolo Toschi sezione grafica e successivamente Scuola Comics a Reggio Emilia indirizzo Grafico. Da sempre disegno a mano libera, inizialmente facendo graffiti con la tecnica dello stencil per spostarmi verso l’illustrazione. Nei miei disegni utilizzo la tecnica del dotwork in bianco e nero, riducendo al minimo la presenza del colore. Questa tecnica mi ha portato verso i tatuaggi che pratico da qualche anno”.

MICHELE RAVANETTI

Michele Ravanetti, classe 1991 è un grafico e creativo con diploma di II livello all’Accademia Santa Giulia di Brescia.

Si interessa di studi di cultura visuale, pratiche conoscitive dell’apprendimento e dinamiche progettuali guidate dalla ricerca metodologica. Appassionato di illustrazione fonda il “Carta Manent Festival” (progettazione di festival e curatela di grafica, stampa, illustrazione ed editoria autoprodotta).

NICOLE CODELUPPI

Nata a parma nel 1993. Ha frequentato il liceo scientifico Marconi ed in contemporanea il conservatorio di musica Boito studiando pianoforte.

Dopo il liceo ha intrapreso studi di tipo scientifico laureandosi in triennale e magistrale in Biologia presso l’università di Parma. Durante l’ultimo anno di studi ha avuto l’occasione di sviluppare la sua tesi ad Heidelberg in Germania.

NOTAWONDERBOY

Come celebra il suo nome, non è un ragazzo prodigio. Art director, illustratore, graphic designer classe 1982. Nato tra le nebbie della pianura piacentina, dopo un lungo peregrinare tra Milano, Treviso, Modena e Reggio Emilia, dal 2010 vive e lavora a Parma.

Come graphic designer, art director e illustratore, dirige il suo studio personale: Studio Brado.

P54

Nasce a Parma 1981.

La sua ricerca artistica si concentra sull’anima, sulla solitudine e il destino spesso avverso di soggetti animali o umani, che lottano contro il tempo che fugge e distrugge. Il simbolismo e la narrazione sono parte fondamentale del suo lavoro, ogni opera è una storia, un racconto nascosto che va ricostruito attraverso simboli ed atmosfere.

Chiavi e lucchetti visti come domande e risposte, fiamme che bruciano la carne per farla rinascere,bende che imprigionano e chiodi che feriscono. É una lotta continua contro noi stessi e la vita; la cosa importante è vendere cara la pelle.

“La vita ci vuole morti”

cit. P54

RISE THE CAT

Rise The Cat è un personaggio inventato, è un gatto a piede libero che spazia dall’arte di strada all’illustrazione, mantenendo un tono piuttosto naïve che non sa dove lo porterà.

ROBERTA FERRETTI

Illustratrice, diplomata presso l’Istituto d’arte Paolo Toschi e specializzata presso la Scuola Superiore di Disegno Anatomico (Rizzoli, Bologna), si perfeziona nell’illustrazione per l’infanzia presso la Scuola di Sarmede (TV).

Sviluppa una esperienza venticinquennale nel campo della grafica, dell’illustrazione e della moda. Dal 2013 inizia un percorso di insegnamento di illustrazione e tecniche di disegno presso associazioni pubbliche, private e scuole. Ha all’attivo due pubblicazioni: ‘’Illustri conosciuti’’ (ed. Diabasis, 2019) e ‘’Vivi sano e proteggi l’ambiente’’ (ed. Mattioli, 2019).

ROBERTO MORA

Designer e pittore, vive a Sant’Ilario d’Enza. Produce pezzi unici o piccole serie.

VANESSA JAN

“Mi chiamo Vanessa Jan e qualche tempo fa ha iniziato ad ascoltare e aiutare le persone, attraverso i colori, togliendo il nero che c’è nelle loro vite”.