GLI ARTISTI DI #METTERINSEMA _ PARTE 2 _

GLI ARTISTI DI #METTERINSEMA _ PARTE 2 _

Secondo appuntamento con gli artisti di #METTERINSEMA, importante iniziativa nata da un gruppo spontaneo di giovani artisti parmigiani per raccogliere fondi da donare agli ospedali e alle organizzazioni di Parma e Provincia in prima linea nella lotta al Coronavirus.

Per ogni artista troverete una breve presentazione, accompagnata da una delle opere messe all’asta e link per maggiori informazioni.

Appuntamento alla prossima settimana con il terzo articolo, sempre su Parma Ritrovata.

C come CAOS

Caterina, 31 anni ormai da compiere a breve. Parma è la sua seconda casa, dopo il Salento. E’ qui che ha imparato a crescere sullesue  gambe negli anni migliori della vita.

I suoi disegni sono espressione dei suoi stati d’animo e degli stati d’animo di chiunque abbia un minimo di sensibilità e onestà nel riconoscere l’importanza del disagio nelle esperienze della vita, su qualunque scala.

CANU

Alessandro Canu è nato nel dicembre del 1988. Vive e lavora a Parma, dove si occupa di illustrazione, curatela e di mostre.

DE NISCO CATERINA

Caterina De Nisco. Diplomata al Liceo Artistico di Parma, per poi proseguire la sua formazione tra Siena, Tarragona, Macerata, Aguascalientes, Carrara.

Ora pare che sia fermata e dalla sua finestra vedo il mare.

E disegna.

CHIUSSI DAVIDE

Davide Chiussi nasce a Parma nel settembre del 1995. Nel 2014 si diploma in pittura e decorazione all’istituto d’arte Paolo Toschi. Dopo un breve corso  di grafica, nel 2019,  conclude  gli studi di illustrazione presso la scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia.

DELSONER

Michele, in arte Delsoner, è un artista con un passato da grafico pubblicitario, alla continua ricerca di nuovi mezzi per esprimersi che siano digitali, tecniche di stampa, pittura o disegno a mano, con un segno più libero o più vicino al mondo grafico, cerca di aprire un dialogo, spesso basato sui punti di vista e dal desiderio di uscire dai canoni di lettura auto imposti, anche solo per dare un po’ fastidio allo spettatore.”

DIMITRI CORRADINI

Dimitri Corradini, illustratore, concepisce l’arte come uno strumento sociale di analisi e azione sulla realtà che lo circonda. I suoi lavori pittorici si intersecano a creazioni musicali, video, recital letterari dal vivo e proiezioni, in una continua contaminazione di generi artistici.

ERRESULLALUNA+Chuli Paquin

ERRESULLALUNA + Chuli Paquin vivono e lavorano insieme dal 2012. Il primo, nato a Parma nel 1981, appassionato di fotografia da quando è bambino, inizia a dedicarcisi subito dopo aver concluso gli studi e realizza la sua prima mostra nel 2001 alla Biennale di Casina. Chuli Paquin, nata a Parma nel 1989, dopo aver studiato grafica al Politecnico di Milano, si dedica agli studi umanistici conseguendo prima una laurea in Lettere Moderne, poi in Italianistica e Culture Letterarie Europee all’Università di Bologna.  

Il primo contatto tra i due avviene durante la realizzazione della serie R.itratti, nel 2012, e dopo una serie di collaborazioni, ERRESULLALUNA + Chuli Paquin decidono di lavorare insieme stabilmente, coniugando capacità tecniche, ricerche iconografiche e culturali e studi critici. Si interessano a temi mitologici e classici, alle origini religiose e non della cultura italiana ed europea, e a tutto ciò che riguarda l’uomo nella sua dimensione conscia e inconscia. Sempre a partire dal 2012, hanno ideato una nuova tecnica di stampa che, utilizzando un acido di loro invenzione, permette di catturare il colore e ridistribuirlo con un pennello. Questo è ciò che maggiormente denota la loro estetica, ed è fortemente legato alla necessità di unire idealmente gli strumenti moderni e digitali a quel passato che esplorano con la fotografia.

LUCA CRISTOFORI

Luca Cristofori in arte “Cobra” nasce a Parma nel freddo febbraio del 1985, dopo essersi diplomato al liceo artistico Paolo Toschi continua la sua vita artistica tra musica e fumetti.

LUCIA CONVERSI

Lucia Conversi è nata a Parma nel 1980, si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera, è una pittrice e un’illustratrice. Ora (soprattutto ora) vive e lavora sulle colline di Parma in una casa in mezzo al bosco.

MATTEO FERRARI

Un ragazzo di Parma che nel suo percorso di formazione è capitato a fare il Toschi come scuola superiore, lì ha appreso la bellezza e la forza dell’arte. Ora è educatore scolastico con i disabili e per hobby, nel tempo libero, continua ad esplorare le sue doti artistiche. L’opera in questione rappresenta la giornata odierna nel periodo difficile che stiamo vivendo con la forza iconica dell’arte sacra.

CANDI

Laureata in Scienze Geologiche, dal 2005 collabora con l’associazione Googol di Parma, occupandosi di divulgazione scientifica, ha seguito diversi corsi di illustrazione presso la Scuola Internazionale di Illustrazione di Sarmede. Per Googol ha realizzato racconti, filastrocche, illustrazioni ed allestimenti laboratoriali, piccoli spettacoli di burattini e di teatro d’ombre e ha collaborato al percorso didattico ed i pannelli divulgativi per le miniere di Corchia (PR).

Per la casa editrice Jaca Book nel 2011 ha illustrato la collana “Le costellazioni e i loro miti ” .

Ha partecipato all’edizione 2019 del Festival della S(P/F)IGA di Parma con alcuni fumetti.

MIMIR

MIMIR si laurea in Grafica d’Arte e tecniche dell’incisione in quel di Urbino e consegue un master di illustrazione per l’editoria presso la Scuola Internazionale di Comics a Firenze. Pessimista patologica, vive la sua vita in perenne ritardo. Adora i procioni, la pizza e i Napalm Death.

PATRIZIA CARAVAGGIO

Ama fotografare perchè ad agni scatto corrisponde una sua sensazione, un’emozione. Spesso esce senza una precisa meta con Guendalina, la sua digitale, e con la curiosità di un bimbo che vede il mare per la prima volta si accosta a ciò che incontra, scatta, e nello scatto cerca di immortalare anche ciò che sente in quei momenti. Tutto qui.

PEPE COIBERMUDA

“Ho un vago ricordo di quando ho iniziato a disegnare, intorno agli 8 anni o forse 10, d’estate, al  sabato mattina, in cucina con mio padre.Poi quando ho iniziato a pensare che sognare fosse una perdita di tempo ho smesso di disegnare, ho fatto il corso di nuoto, ho frequentato il catechismo, sono andato a scuola, ho iniziato a giocare a calcio, ho finito la scuola ed iniziato l’università, ho fatto le mie esperienze, ho iniziato a lavorare e poi… e poi ho capito che sognare non è una perdita di tempo e quindi ho ripreso a disegnare… “