CAFÉ GASTRONOMICO INCONTRA Nicoletta Cosentino – CUOCHE COMBATTENTI

CAFÉ GASTRONOMICO INCONTRA Nicoletta Cosentino – CUOCHE COMBATTENTI

La cultura si può anche assaporare, per questo ho scelto di dedicare il mio tempo al cibo e ai suoi racconti. Mi chiamo Mattia, studio Scienze Gastronomiche all’Università di Parma e da due anni parlo di cibo per RadiorEvolution Parma.  

“Il café gastronomico” è il podcast del mio programma radiofonico “QuantoBasta”, dedicato alle interviste ai protagonisti del settore enogastronomico. Purtroppo la situazione attuale non mi permette di incontrare direttamente gli ospiti, per questo motivo ho deciso di trasformare queste interviste in dei momenti in diretta sulla pagina Facebook di QuantoBasta in modo anche da interagire con le persone che seguiranno queste chiacchierate. 

Ogni settimana un nuovo dialogo con un nuovo ospite e un nuovo tema da affrontare. Per rimarcare ancora una volta come davvero al cibo si possano legare temi apparentemente molto distanti. 

I dialoghi sono stimoli e collegamenti per ascoltare il vissuto e le testimonianze degli ospiti. E perché no sentircene parte immedesimandoci. Mangiare e bere sono le azioni più comuni del nostro rapporto con l’esterno, dalle più curate alle più volgari. Quello che posso fare io nel mio piccolo con queste interviste è cercare di raccontarle (quasi) tutte.  

Ospite della seconda puntata è Nicoletta Cosentino, fondatrice di CUOCHE COMBATTENTI.  

Quarantotto anni , palermitana, Nicoletta Cosentino ha alle spalle un duro percorso cominciato nel 2015, presso il centro antiviolenza Le Onde ONLUS di Palermo. Il percorso di Nicoletta è stato lungo e complesso, fatto di gruppi di aiuto, momenti di analisi con professioniste competenti, ma anche e soprattutto della possibilità di tornare a mettersi in gioco, uscire dall’ombra e provare a se stesse che si hanno delle abilità e delle passioni, metterle a frutto. 

Il centro Le Onde, infatti, ha messo a disposizione di Nicoletta uno stage di sei mesi presso un laboratorio di produzione alimentare, ed è proprio lì che la coraggiosa palermitana ha avuto la possibilità di scoprire la sua passione per la cucina, assaporando, di nuovo, anche l’indipendenza economica. Lì è nata l’idea di restituire alle donne vittime di violenza le sue nuove consapevolezze e competenze. 

Mattia Fiandaca – QuantoBasta di RadiorEvolution Parma